[email protected]
Tuesday, 15/10/2019

FEATURES
home
archivio
agenda
speciali
glomedART
downloads
links

PRIMO PIANO
"Malati di Niente" Edizione 2008

Progetto del Centro di Salute Autogestito - YaBasta!

Speciale mobilitazioni
No Pav! No Quadrilatero!


Reddito per tutti! Speciale campagna legge regionale

Amnistia e nuove ipotesi di "sottrazione alla punibilità"



28/02/2008 | Ya Basta! e Manu Chao a Radio La Colifata
BUENOS AIRES - Nell'ultimo viaggio in Argentina, la delegazione dell'associazione Ya Basta! è stata ospite dei palinsesti di Radio La Colifata, la radio autogestita dagli ospiti e dagli operatori dell'ospedale neuropsichiatrico Borda.

Alla trasmissione era presente anche Manu Chao, da anni sostenitore dei colifatos con i quali ha girato insieme il suo ultimo video "Rainin in paradize" diretto da Emir Kusturica.
- Guarda il video di "Rainin in paradize"

- Visita il sito di Radio La Colifata


Il resoconto dell'associazione Ya Basta!
- Leggi anche su Global Project


Sabato 1° dicembre del 2007 Ya Basta! raggiunge l'ospedale neuropsichiatrico Borda di Buenos Aires per partecipare alle trasmissioni di Radio La Colifata, la radio totalmente autogestita dai pazienti e dagli operatori volontari del nosocomio.

La radio, come metodo di promozione della salute, si è consolidata negli anni e ha reso possibile un importante lavoro di interazione fra la comunità esterna e gli ospiti del Borda.
Una forma che invita a riflettere sui problemi della malattia mentale e sui miti che si formano sulla follia e che si apre alla relazione con gli ascoltatori e gli operatori della comunicazione.

Sabato era in programma una trasmissione straordinaria per un ospite in studio molto speciale: Manu Chao, da anni grande sostenitore di Radio La Colifata e collaboratore in alcune produzioni come il disco "La Colifata. Siempre fui loco", da cui sono seguiti diversi mega-concerti nel novembre 2005 a Buenos Aires e Santa Fe insieme ai colifati.

Enorme la partecipazione, come ogni sabato, di chi raggiunge il Borda per accompagnare i colifatos nella trasmissione.
Questo il saluto di Manu Chao a tutte le persone presenti nel cortile del Borda:
"...Oltre alla partecipazione di oggi, che è sempre un'orgoglio, un onore ed un piacere, in questi giorni ci riuniremo per registrare un nuovo disco di "La Colifata" per continuare il percorso di espressione della voce dei colifati e perchè il loro messaggio, molto più lucido di quanti se ne possano ascolare oggi, da qui possa viaggiare per il mondo. Un progetto che ci permetta anche di finanziare "La Colifata".
Metteremo mano all'opera a partire da lunedì. Ci sono molte cose già registrate da "La Colifata" in questi anni, a cui sarà aggiunto quanto verrà realizzato in questi giorni di lavoro con lo studio mobile grazia anche al sostegno dei "Los Piojos" (gruppo rock argentino molto famoso), che ringraziamo..."


Alla domanda di come fosse nata l'idea della partecipazione dei tre colifatos, Hugo, Alejandro ed Eduardo nel video del brano "Rainin in paradize" dall'ultimo album La Radiolina per la regia di Emir Kusturica, Manu Chao racconta che "...quando Emir mi ha detto che dovevo guidare un camioncino, la prima cosa che mi ha chiesto è stata se avessi la patente, e fino a lì tutto bene. Ma nel camioncino insieme a me avrebbero dovevano partecipare delle comparse, come dicono qui degli "extras", allora l'ho frenato e gli ho chiesto quali sarebbero state. Quando mi ha risposto che li doveva ancora assumere, immediatamente ho pensato a "La Colifata" e ho detto, lascia stare, ci penso io..."

Emir Kusturica ai tempi della registrazione del video si trovava a Buenos Aires per lavorare alle riprese del film su Maradona. Emir ha ringraziato Manu Chao per gli ottimi collaboratori ingaggiati, non sarebbe potuto andare meglio: "...a me mette sempre a disagio la macchina da presa, soprattutto se a dirigerla c'è Emir Kusturica. Aver avuto a fianco a me i colifatos mi ha trasmesso serenità e sicurezza, mi ha dato la forza per scordarmi della telecamera..."
Questa la testimonianza di uno degli attori, Hugo Lopez:
"...io sono vecchio e posso dire che avere queste emozioni ci riporta alla vita, ci fa rinascere e questo è più potente della guarigione di qualsiasi medicina [...] E poi io non l'ho conoscevo Kusturica, ho capito che era una star perché una ragazza, quando l'ha visto, si è messa a piangere. Comunque con lui come con Manu Chao, che è come un fratello, non ci sono stati problemi, perché si sentiva l'affeto e perché sono delle persone uguali a tutti noi. Siamo stati trattati benissimo... e inoltre alla fine ci hanno anche pagato!..."

La delegazione di Ya Basta! ha partecipato alla trasmissione, durata l'intero pomeriggio.
Dopo l'intervista e l'esibizione di Manu Chao, è stata la volta dell'associazione Ya Basta! che ha raccontato della sua visita in Argentina, del progetto del Centro di Salute Autogestito dell' Mtd Solano e di quello della Radio Comunitaria Mapuche di El Maiten. E' stato ricordato anche l'appuntamento con la rassegna "Malati di niente" che si tiene nelle Marche, a cui "La Colifata" ha partecipato nel 2005.
Chi passa per Buenos Aires non può perdere l'opportunità di fare visita a Radio "La Colifata", la radio trasmette ogni sabato dalle 14 alle 19 nel cortile dell'Ospedale Neuropsichiatrico Josè T. Borda (nei pressi di Plaza Costitucion).

Associazione Ya Basta! Marche  



AGENDA

AGENDA


Global Project

Ya Basta Marche

C.S.A. Oltrefrontiera

C.S.A. Sisma

C.S.A. T.N.T.

Squola s.p.a.

C.S.A. KONTATTO





home | archivio | agenda | speciali | glomedART | downloads | links